Posts contrassegnato dai tag ‘lavoro’

E rieccomi qui con un nuovo articolo sulla sopravvivenza in Grecia. Ora, devi sapere che i Greci hanno un rapporto con il lavoro conflittuale: da una parte lo detestano, da l’altra gli piace lo stipendio. Come risolvere questa conflittualità? Semplice: lavorando il meno possibile con il massimo stipendio possibile. Lasciando perdere i discorsi sull’età alla quale vanno (andavano) in pensione praticamente tutte le categorie lavorative, e con assegni più che sostanziosi, e sul gigantesco apparato pubblico che conta uno tra funzionari, preti e militari, ogni 10 persone inclusi lattanti, disoccupati e vecchidimmerda, faccio un esempio lampante: i negozi sono chiusi, oltre alla sacrosanta Domenica:

  • il lunedì pomeriggio per evitare un traumatico rientro operativo dal weekend;
  • il sabato pomeriggio, propedeutico al weekend;
  • il mercoledì, per spezzare la settimana che altrimenti sarebbe troooppo impegnativa.

Questo implica che io, che mi sono svegliato febbricitante questa domenica mattina, ovvero ieri, non potrò comprare la mia droga preferita fino a domani!

Annunci

Unfit for human habitation

Pubblicato: 24 settembre 2010 in Senza categoria
Tag:,

Chi mi conosce sa che mi è capitato di lavorare diverse volte con colleghi indiani. Non pellerossa, proprio indiani d’India. La più grande demoggrazia del mondo, Gandhi, madre Teresa, il Gange e palle varie. Notizia di qualche giorno, il rappresentante della nazionale scozzese che dovrebbe partecipare ai Giochi del Commonwealth ha definito gli alloggi “unfit for human habitation”. Gli indiani hanno replicato che non è vero, semplicemente… in India ci sono standard di pulizia diversi. Ora dico, dacci un’occhiata te stesso se non ci credi, tenendo conto che giovedì prossimo gli atleti inglesi partiranno da Londra!

Questo è quello che succede quando si lascia l’organizzazione delle cose in mano agli indiani. Opinione comune di chi ci lavora è che è vero che 10 indiani costano quanto un italiano, ma poi bisogna pagare un italiano che supervisioni il lavoro degli indiani!